Home Alta moda Fashion Week chiama: Parigi risponde!

Fashion Week chiama: Parigi risponde!

6 min lettura
Commenti disabilitati su Fashion Week chiama: Parigi risponde!
0
125
Paris Fashion Week 2019

Paris Fashion Week A/W 2019/2020

Come prevedibile, stavolta sarà tutto inesorabilmente diverso, malinconico e nostalgico. Ma se è vero che the show must go on, a soli sei giorni dalla morte di Karl Lagerfeld, il 25 Febbraio è ufficialmente iniziata la settimana della moda parigina.

Dopo New York, Londra e Milano, è la Ville Lumière, fino al 5 Marzo, ad ospitare il catwalk delle principali case di moda, emergenti e non, per le collezioni autunno/inverno 2019/2020.

Paris Fashion Week A/W 2019/2020

Il calendario risulta essere davvero fitto di sfilate e di eventi artistici e culturali, anche se non è da escludere, come affermano fondate voci di corridoio, qualche evento fuori programma per celebrare il genio di Lagerfeld. Ma andiamo per ordine.

Apre le danze della Paris Fashion Week,  Rokh, giovane brand nato dalle mani del braccio destro di Phoebe Philo negli anni di collaborazione da Céline, Rok Hwang. Lo stilista sud-coreano viene ricordato, in particolar modo, per aver vinto il LVMH Special Prize 2018, vincitore indiscusso grazie alla presentazione della sua collezione il cui fil rouge risulta essere stato enfatizzato dalla creazione di capi oversize, assolutamente pensati per essere comodi, funzionali e fuori dalle righe.

Apre le danze della Paris Fashion Week,  Rokh, giovane brand nato dalle mani del braccio destro di Phoebe Philo negli anni di collaborazione da Céline, Rok Hwang.

 

Haute couture per eccellenza, eleganza, raffinatezza, mani esperte ed esperienza creano un connubio per celebrare la nuova collezione A/I 2019/2020 di Christian Dior e Yves Saint Laurent, Martedì 26 Febbraio.

Il giorno seguente è dedicato alle sfilate di Lanvin, Mugler, Rochas e Courrages, mentre giovedì 28 Febbraio è stato il turno di altri due nomi di spicco del panorama della couture parigina, nonché internazionale: Chloé ed Off-White.

Venerdì 1 Marzo protagonisti delle passerelle parigine sono stati Balmain, Yamamoto e Céline.

Venerdì 1 Marzo protagonisti delle passerelle parigine sono stati Balmain, Yamamoto e Céline.

Il Sabato seguente il punk glamour di Vivienne Westwood, la ricercata classe di Comme des Garçons e la tradizione di Hermès sfondano le scene.

Domenica 3 Marzo con trepidante attesa attendiamo lo show di tre nomi simbolo indiscusso dell’haute couture:  Balenciaga, Valentino e Givenchy.

Lunedì che non ha nulla da invidiare alla domenica appena trascorsa: l’appuntamento è per la moderna e geniale Stella McCartney, le creazioni romantiche di Giambattista Valli, l’estroso Alexander McQueen e gli iconici Miu Miu e Louis Vuitton.

Giambattista Valli Spring 2017 Couture Collection Paris Fashion Week Tom Lorenzo Site 1

 

 

Lo show di Chanel: un omaggio al Direttore Artistico scomparso da poco, Karl Lagerfeld

Ma, Senza nulla togliere ai nomi appena elencati che riempiono il calendario della Paris Fashion Week in modo del tutto egregio, la sfilata più attesa resta lo show di Chanel, tributo all’appena scomparso designer e direttore artistico Karl Lagerfeld.

Ancora nessuno spoiler, nessuna anticipazione, bocche segretamente serrate per quanto riguarda ambientazione e tema del catwalk che tutti aspettano con desiderio e trepidazione.

Dopo la Ville Chanel per la sfilata S/S 2019, la maestosa Torre Eiffel A/W  2017, la località balneare ricreata con tanto di spiaggia, la simulazione del razzo lanciato nello spazio, quale sarà la location in cui debutterà come direttore artistico di Chanel Virginie Viard?

In attesa del prossimo Lunedì per scoprirlo, non dimentichiamo gli eventi culturali che la Ville Lumière offre per la settimana più fashion di questo inverno. Annoveriamo, a questo proposito, la mostra fotografica Ellen von Unwerth: Guilty Pleasures. Si tratta di una raccolta di fotografie in bianco e nero di volti conosciuti, tra cui, Naomi Campbell, Pénélope Cruz, Vanessa Paradis, esposti alla galleria d’arte La Hune.

Dopo New York, Tokyo e Hong Kong, fa capolino a Parigi il Ralph’s Coffee in Boulevard Saint Germain. Il nome del bistrot in cui sorseggiare caffè americano, colazioni squisite, pop corn homemade ed altre prelibatezze, vi suggerisce qualcosa? Ebbene sì, firma il nome del locale Ralph Lauren, che seleziona meticolosamente il suo personale, il quale indossa divise esclusivamente Oxford style.

Dopo New York, Tokyo e Hong Kong, fa capolino a Parigi il Ralph’s Coffee in Boulevard Saint Germain.

 

Siete carichi, pronti e pieni di energie per questa settimana full immersion nel mondo del fashion parigino?

Bonne chance!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Valentina Domma
Altri articoli in Alta moda
Commenti chiusi.

Leggi anche

Must have dell’Estate – F**k Beachwear collection Summer 2019

A parte qualche caduta di stile da parte del tempo meteorologico, sembra davvero che lR…