Candelora: dal significato del termine ai proverbi popolari

4 min lettura
Commenti disabilitati su Candelora: dal significato del termine ai proverbi popolari
0
6
Candelora: dal significato del termine ai proverbi popolari

La “Candelora” è una festa religiosa cristiana che cade il 2 Febbraio, 40 giorni dopo il Natale. Questa festa è nota anche come la Presentazione di Gesù al Tempio o la Purificazione della Beata Vergine Maria.

La celebrazione ha radici nell’Antico Testamento, quando le donne ebree portavano il loro primogenito al Tempio quaranta giorni dopo la nascita per presentarlo al Signore e per la purificazione rituale della madre.

Cosa vuol dire il termine “Candelora”?

Il nome “Candelora” deriva dal fatto che tradizionalmente in questo giorno si benedicono le candele, simboleggianti la luce di Cristo.

Nelle chiese cattoliche, spesso si svolge una processione con le candele accese, seguita dalla benedizione e dalla distribuzione delle candele ai fedeli.

Le candele benedette vengono poi portate a casa e utilizzate durante l’anno per momenti di preghiera o in occasioni speciali.

Candelora, festa associata alle previsioni meteorologiche popolari

Nella tradizione popolare, la Candelora è spesso associata anche a previsioni meteorologiche popolari.

C’è un detto popolare che afferma: “Per la Candelora se piove o nevica, dell’inverno siamo alle bische.” Questo significa che le condizioni meteorologiche di questo giorno possono essere interpretate come indicazioni sul prolungamento o sulla fine dell’inverno.

In alcune regioni d’Italia, la Candelora è anche associata a festeggiamenti e tradizioni locali. Ad esempio, in alcune zone si tengono fiere e sagre, mentre in altre si svolgono processioni e celebrazioni religiose più elaborate.

È importante notare che la celebrazione della Candelora può variare leggermente in diverse comunità e culture, ma l’elemento centrale è la presentazione di Gesù al Tempio e la benedizione delle candele.

Candelora, festività legata alla Pasqua?

La Candelora è collegata alla Pasqua attraverso il calendario liturgico cristiano.

La festa della Candelora cade 40 giorni dopo il Natale, il 2 Febbraio e questo periodo di 40 giorni è noto come la “Quaresima” cristiana.

La Quaresima è un periodo di preparazione spirituale per la celebrazione della Pasqua, la festa della risurrezione di Gesù Cristo.

La Candelora segna la fine della Quaresima, poiché è celebrata 40 giorni dopo il Natale, proprio come la Quaresima dura 40 giorni in preparazione alla Pasqua.

La Pasqua, a sua volta, è la festa più importante del calendario cristiano, poiché commemora la risurrezione di Gesù, che è al centro della fede cristiana.

La connessione tra la Candelora e la Pasqua risiede quindi nella sequenza temporale del calendario liturgico e nella preparazione spirituale che la Chiesa cattolica ed altre denominazioni cristiane osservano durante la Quaresima.

La Candelora è un punto di transizione che segna la fine della Quaresima ed il passaggio alla preparazione più diretta per la Pasqua.

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Curiosità
Commenti chiusi.

Leggi anche

Come abbinare il trench a diverse età: 20, 40 e 60 anni

Il trench è un capo di abbigliamento senza tempo che si adatta perfettamente a donne di tu…