Home Curiosità Eventi Musei riaperti, la bellezza che ci salverà!

Musei riaperti, la bellezza che ci salverà!

9 min lettura
Commenti disabilitati su Musei riaperti, la bellezza che ci salverà!
0
27
Musei riaperti, la bellezza che ci salverà!

A parlare di un’Italia a colori verrebbe in mente un quadro, un aspetto artistico.

Invece per tutti noi è il simbolo di una forzatura che sa di una galera a metà, di un arresto domiciliare senza colpa.

Così mentre tutti desideriamo di andare in bianco e non per fare cilecca, ma per abbattere qualsiasi chiusura, l’Italia è anche spezzata tra il giallo, l’arancione ed il rosso.

Ci viene chiesta ancora pazienza, attesa, per poter parlare di normalità, seppur piccola sia.

Ma l’Italia ha bisogno di una speranza, una luce verso cui guardare con ottimismo.

Musei aperti in zona gialla: quali è possibile visitare?

Il Governo ha pensato di aprire questo sollevamento dalla cultura, puntando a riaprire, almeno gradualmente ed in alcune zone, i musei italiani.

Una scelta che fatto discutere e che ha reso scontenti molti. Ci si chiede perché non anche o per prime palestre e piscine?

La gente vorrebbe muoversi di più, vorrebbe ampliare quelle mura e quei vicoli che non possono bastare a sentirsi liberi. Esattamente come non basta più solo la vita online.

Che cosa fotografiamo? Dove andiamo? Chi recensiamo?

È un mondo illusorio che però ha bisogno di una parte veritiera per poter progredire.

Per questo nonostante le molte possibilità che la vita social ci ha offerto, palestra interattive e visite guidate in 3D, abbiamo bisogno di pensare che la nostra parte sensoriale sia nuovamente travolta da immagini e profumi reali.

Il Governo offre questa possibilità partendo non dall’esercizio fisico, ma dall’aspetto culturale della nostra esistenza e lo fa offrendoci la possibilità di visitare nuovamente i musei italiani, come disposto dal Mibact e dall’ultimo Dpcm, a partire da oggi Lunedì 18 Gennaio 2021.
Questo sarà possibile nelle Regioni in fascia gialla e sempre secondo le disposizioni di capienza e distanziamento che le regole di sicurezza sul Covid19 impongono.

Verranno aperti dal Lunedì al Venerdì con orari ordinari, ma è rimasta categorica la chiusura di sabato e domenica per restrizioni legate allo stato di emergenza.

La Toscana, già gialla nel week end appena trascorso, offre molte possibilità e ha come caposaldo Firenze.

Musei aperti: cosa è possibile visitare in Toscana?

 

Musei aperti: cosa è possibile visitare in Toscana?

 

GIARDINO DI BOBOLI, FIRENZE

Schiude i cancelli Martedì 19 Gennaio il più famoso giardino del mondo, Boboli, vero e proprio museo all’aperto punteggiato di statue antiche e rinascimentali, di laghetti, fontane, ninfei, tempietti e grotte come quella, celeberrima, del Buontalenti.

MUSEI CIVICI DI FIRENZE

Tornano visitabili tutti i musei comunali fiorentini. Da Palazzo Vecchio al complesso di Santa Maria Novella, dal Museo Novecento a quello intitolato a Stefano Bardini, fino a quel gioiello del Rinascimento che è la Cappella Brancacci, istoriata dagli affreschi di Masaccio e Masolino da Panicale.

MUSEI CIVICI DI PISTOIA

Ingresso gratuito fino al 30 Aprile, per la proroga dello stato di emergenza, ai tre musei civici di Pistoia: il Museo Civico d’arte antica in Palazzo comunale, il Museo dello Spedale del Ceppo e il Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni.

Ma è soprattutto il Sud che riapre la sua bellezza agli italiani.

Musei aperti anche al Sud: cosa è possibile visitare?

Musei aperti anche al Sud: cosa è possibile visitare?

 

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI NAPOLI

Tornano a farsi ammirare le collezioni permanenti (tra le più splendide d’Italia) e le esposizioni temporanee, tra cui Gli Etruschi e il MANN: 600 reperti in parte inediti per raccontare delle reciproche influenze tra l’antica popolazione italica e la Magna Grecia.

MUSEO E REAL BOSCO DI CAPODIMONTE, NAPOLI

Speciale promozione per la prima settimana di riapertura, dal 18 fino al 22 Gennaio: in due al museo, ma paga uno solo. Prorogate fino all’11 Aprile tutte le mostre in corso, alle quali, proprio lunedì 18, se ne aggiunge una nuova: L’Ottocento e la pittura di storia: Francesco Jacovacci.

PARCO ARCHEOLOGICO DI POMPEI

Pompei riapre in sicurezza con un percorso segnalato all’interno del sito e sull’app My Pompeii, che tocca le attrazioni principali: domus, edifici pubblici, religiosi, necropoli, terme e la Palestra grande, teatro della mostra Venustas. Grazia e Bellezza a Pompei.

MUSEO ARCHEOLOGICO DI STABIA

Inaugurato il Settembre scorso nella Reggia di Quisisana, il più antico sito reale borbonico, il Museo archeologico di Castellammare di Stabia espone preziose testimonianze di vita quotidiana nelle ville romane d’otium e in quelle rustiche del Golfo di Napoli.

REGGIA DI CASERTA

Il complesso vanvitelliano – la residenza reale più grande al mondo – si dischiude per intero, rendendo fruibile il suo immenso patrimonio storico, artistico e vegetale, costituito dal Parco Reale, dal Giardino Inglese e dagli Appartamenti Reali.

MUSEI GARIBALDINI DI CAPRERA

Nell’arcipelago della Maddalena, il complesso comprende Casa Garibaldi, dove l’eroe dei due mondi trascorse gli ultimi anni ed il Memoriale nel Forte Arbuticci, museo multimediale con cimeli storico-artistici sulla vita del condottiero.

In ultimo, il primo assoluto a riaprire ed è tutto nordico.

Musei aperti: al Nord dove è possibile visitarli?

MART, ROVERETO

Musei aperti: al Nord dove è possibile visitarli?

Due grandi mostre salutano il ritorno del pubblico: Caravaggio. Il contemporaneo, inaugurata il 9 ottobre scorso, e l’attesa retrospettiva Giovanni Boldini. Il Piacere, di cui ricorre quest’anno il novantesimo anniversario della morte.

È una bellezza che salva, questa, da tutto la chiusura che abbiamo vissuto fino ad ora.

Non resta, per chi può ed è in giallo, riaccendere questa luce di speranza e tornare a guardare lo splendore della nostra Italia, con speranza, che è sicuramente la cornice più bella.

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Marta Borroni
Altri articoli in Eventi
Commenti chiusi.