Home Curiosità Archie Harrison è costato 4 milioni: ma non erano low cost?

Archie Harrison è costato 4 milioni: ma non erano low cost?

5 min lettura
Commenti disabilitati su Archie Harrison è costato 4 milioni: ma non erano low cost?
0
141
Archie Harrison è costato 4 milioni: ma non erano low cost?

Meghan fa piantare nuovi alberi nel parco di Windsor per nascondere al pubblico Frogmore Cottage

Meghan fa piantare nuovi alberi nel parco di Windsor per nascondere al pubblico Frogmore Cottage

Essere la “duchessa del popolo” è una missione che richiede una strategia precisa, tra calore umano, infrazioni al protocollo ed affabilità da “una di noi”. E Meghan Markle ha tutte queste abilità. Il post “It’s a boy!” invece dei compassati annunci reali, la foto dei piedini di baby Archie, la scelta stessa del nome, anzi nomignolo: tutto per accentuare le distanze da una pomposa tradizione aristocratica ed accorciare quelle con il popolo.

Però..la Duchessa di Sussex non è così “pane e salame” come sembra. E’ notizia di questi giorni sui giornali inglesi che Frogmore Cottage non vada bene così come è. Non basta la ristrutturazione da 3 milioni e mezzo di euro alla dimora nel parco di Windsor donata dalla regina Elisabetta quando la coppia ha detto di voler andare a vivere in campagna. In campagna sì, ma non in stile due cuori (ora tre) ed una capanna dato che si tratta di un nido da dieci camere da letto, palestra, studio yoga e nursery di superlusso costata da sola sui 58mila euro, sorvegliato da un consistente apparato di sicurezza. Oggi si scopre che una fastidiosa falla nella cornice di alberi che circondano l’abitazione ne lascerebbe troppo visibile al pubblico una parte. Non sia mai!

Lo staff dei duchi ha approvato un piano di riforestazione immediata dell’area. Un’operazione da migliaia di euro (una quercia adulta, stando ai siti di giardinaggio, comporta spese a tre zeri e ne serviranno parecchie).

E cosa dire del parto in casa tra candele e spiritualità?

Alla fine Meghan è corsa in clinica. Non nell’ala privata dell’ospedale Saint Mary da 7000€ a notte, scelta da Kate Middleton e Diana Spencer. Ma neanche in un ospedale più “alla mano”: il Portland Hospital, raggiunto la sera prima del parto in auto con Harry e mamma Doria seguiti da una seconda vettura con gli agenti della scorta di Scotland Yard, è una struttura vip da circa 29mila euro a notte, dove le neomamme possono festeggiare con cene a base di aragosta. Ma Meghan non lo avrà fatto, essendo più o meno vegana!

La prima apparizione pubblica di Archie è costata, secondo i calcoli del giornale britannico Daily Mail, circa 2300€, tra outfit  di Mamy e di Baby Sussex (cuffietta da 75€ e copertina in lana merinos da 120€). Mettiamoci i 600mila euro spesi da Meghan in abiti premaman, i 450 mila del baby shower a New York, i circa 2800€ di terapie naturali per sè e per il marito in un esclusivo centro benessere di Londra..

Archie Harrison Mountbatten- Windsor non sarà re ma è già un bebè da (oltre) 4,5 milioni di euro grazie alle “voglie” di mamma Meghan. Sarà per questo che, conti alla mano, i duchi di Sussex hanno invitato i sudditi a non fare regali per il neonato ma opere di bene: al loro comfort familiare pensano già da soli.

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Curiosità
Commenti chiusi.

Leggi anche

Adozioni da single: condizioni e requisiti ben definiti

E’ stata la battaglia portata avanti per tanti anni dall’attrice Dalila Di Laz…