Home Lotta contro la violenza sulle donne La duchessa della discordia conquista l’Africa

La duchessa della discordia conquista l’Africa

6 min lettura
0
0
13
Meghan balla con le ragazze africane

Il royal tour in Africa di Harry e Meghan, duchi di Sussex, è finito ormai da qualche giorno ma com’è ben noto le somme si tirano soltanto dopo aver analizzato accuratamente tutti gli elementi in gioco.

Meghan Markle: la duchessa della discordia…

Accusata di essersi pagata voli privati con i soldi dei contribuenti, di spendere troppo per abbigliamento di lusso e gioielli, di cercare una privacy eccessiva per il suo ruolo so royal, di aver licenziato 2/3 di personale per le sue richieste assurde e di averne fatto scappare la restante parte: Meghan Markle non è stata sin da subito la preferita degli inglesi.

Un po’ per la sua provenienza statunitense; un po’ per la sua carriera da attrice (aveva interpretato la sexy ed indipendente Rachel Zane nella serie “Suits”); un po’ per il paragone inevitabile con la cognata Kate Middleton , la maggior parte dei sudditi ha storto il naso sin dal momento in cui l’ha vista entrare di diritto nella famiglia più discussa del mondo percorrendo la navata della St. George’s Chapel quel 19 maggio 2018.

Nonostante annoveri tra i suoi fan (e difensori pubblici) George Clooney e consorte, Pink, Misha Nonoo, le sorelle Williams e tanti altri VIP, ripulirsi l’immagine non è stata proprio un’impresa facile…c’è qualcosa di più popular di un royal tour?

Meghan Markle ha conquistato l’Africa

La duchessa della discordia conquista l'Africa

Sbarcata il 23 settembre con il marito Harry e il piccolo Archie Harrison, Meghan ci ha messo poco a ripulirsi quell’immagine da viziata diva hollywoodiana. Ha sfoderato il suo sorriso migliore, rispolverato le sue umili origini, de indossato outfit prettamente low-cost, ed è partita alla conquista dell’Africa.

Meghan Markle si prende la sua rivincita, si fa conoscere per quella che è: non dimentica il colore della sua pelle, nè il suo sesso, tantomeno il suo ruolo di moglie e madre.

“Posso solo dire che mentre sono qui con mio marito come membro della Famiglia Reale, sono qui come madre, moglie, donna, donna di colore e come vostra sorella. Sono qui con voi e per voi. Ogni volta che una donna si difende da sola, senza saperlo difende anche tutte le altre donne. I diritti delle donne mi stanno molto a cuore, perché so che quando le donne hanno il potere ne beneficia l’intera comunità”.

E’ così che ha parlato alle donne coinvolte nel progetto Mbokodo Girls’ Empowerment Program, un programma che fornisce nozioni di autodifesa alle vittime di violenza domestica e sessuale.

E finalmente, si è dimostrata una donna qualunque: una donna che indossa il velo per visitare la moschea, rispettando la fede dei popoli locali. Una donna che balla, lasciandosi trasportare dal ritmo della musica africana e trascinandosi dietro anche il marito. Una donna che si siede a tavola con donne sconosciute come se fossero sue amiche. Una donna che, tra un evento e l’altro, viene sorpresa a scambiarsi effusioni con suo marito infrangendo il protocollo reale.

5 motivi per cui Meghan Markle piace:

Ebbene sì, ci piace.  La duchessa della discordia non ha conquistato solo l’Africa, ma i cuori di tutti.

  1. ha dimostrato di essere una figa pazzesca anche con vestiti da poco più di 100 pound e ballerine
  2. tiene alle donne e lotta per i loro diritti, come ogni personaggio pubblico dovrebbe fare
  3. è stata ribattezzata la nuova Principessa del Popolo: come Diana, anche lei non sta alle rigide regole di corte
  4. aiuta i più deboli
  5. è la riprova che una donna può diventare chiunque voglia: attrice, blogger, giornalista, moglie, mamma, duchessa. Chi più ne ha ne metta!

Insomma, le polemiche continueranno ma noi lo sappiamo: la duchessa della discordia, in fondo, è un po’ come tutte noi più di quella bacchettona di sua cognata Kate!

 

 

 

 

Dimmi che ne pensi!
Riassunto
0 %
Valutazione utenti 0 Be the first one !
Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Anna Quirino
Altri articoli in Lotta contro la violenza sulle donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Quali sono i capi must have per non rinunciare allo stile in estate?

I 5 sì e i 5 no del nostro armadio per sopravvivere all’estate Ormai l’estate è iniziata d…