Mina, la cantante che ha anticipato mode e tendenze

5 min lettura
Commenti disabilitati su Mina, la cantante che ha anticipato mode e tendenze
2
11
Mina, la cantante che ha anticipato mode e tendenze

L’artista incanta da sempre con la sua voce ma negli anni è riuscita anche ad anticipare mode e tendenze. Si è ritirata dalle scene da più di quarant’anni ed ancora molti dei suoi ammiratori si attendono il miracolo, la sua improvvisa apparizione.

Mina, la cantante che ha anticipato mode e tendenze

Mina, una delle ultime vere dive dello spettacolo Made in Italy di ieri e di oggi

Soprannominata la “Tigre di Cremona”, Mina non è passata alla storia solo per le sue immense qualità canore ma anche per la sua femminilità fuori dagli schemi, anticonvenzionale, versatile, sempre avanti rispetto ai riferimenti contemporanei.

La sua ultima apparizione risale all’agosto del 1978 alla Bussola di Forte dei Marmi, al culmine del successo.

Un’immagine dirompente, in tutti i sensi. Mina ha compiuto ottant’anni lo scorso anno ed il suo fascino è immutato anche nell’ambito della moda: rimane una delle icone della tv italiana degli Anni ’60 e ’70.

Dopo il tubino nero, i bustini con vitini da vespa ed il famoso abito da educanda a Sanremo per l’interpretazione di Le mille bolle blu, la cantante esplode con mise provocatorie: gonne cortissime, materiali sperimentali, paillettes, piume e colori vivaci.

Diventa punto di riferimento per stilisti importanti come Paco Rabanne, Valentino e Mila Schon. La sua collaborazione con la moda prosegue anche dopo l’addio alla ribalta: è famoso il mantello animalier di Versace che indossa con la copertina dell’album Cremona uscito nel 1996. Ed anche da Lugano, dove si è ritirata, continua a cantare, alimentando il suo mito, con il suo fisico imponente, nascosto sotto tuniche nere, occhiali fumè ed il caratteristico chignon ramato. Tutti elementi che firmano in modo distintivo l’immagine attuale dell’artista.

Mina, sguardo sensuale da vera diva

Mina è stata maestra anche per il make up, soprattutto quello degli occhi. Da gatta, anzi da tigre, visto il soprannome, li sottolineava in modo grafico ma languido. Uno smoky eyes intenso, con il tratto di matita lungo le ciglia inferiori ed una linea che ridisegnava la piega palpebrale un pò più in su, in maniera allungata.

Un trucco allora piuttosto in auge, adottato anche da Sophia Loren ed Audrey Hepburn, che amplificava l’espressività dello sguardo. Mina poi l’hai reso unico e l’ha accentuato, perchè aveva praticamente cancellato le sopracciglia, altro suo dettaglio famosissimo, per dare alle palpebre un tocco ancora più drammatico e teatrale.

Anche riguardo le pettinature, la cantante è stata una super-sperimentatrice ed i suoi capelli erano studiatissimi. L’abbinamento abito-capelli doveva sempre essere perfetto. A Sanremo, per il suo esordio nel 1961, Mina sale sul palco con una testa cotonata verso l’alto quasi a creare una bolla di sapone: canta, infatti, Le mille bolle blu.

Qualche anno più tardi, la cantante sfoggia un corto con ciuffo laterale imitatissimo, poi fa crescere i capelli, li porta naturalmente ricci e li tinge di un rosso accesso, a cui ancora adesso, nonostante siano rarissime le sua apparizioni, pare legata.

E poi ha portato code e trecce tiratissime, volumi maxi, tagli corti e molto ricci per un’immagine versatile e di grande impatto. Come la sua indimenticabile voce!

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Celebrità
Commenti chiusi.

Leggi anche

Costumi da bagno animalier, le tendenze dell’estate 2021

La moda dell’estate 2021 ha la verve raffinata e felina della fantasia maculata sui costum…