Eros & Eros: l’ultimo lavoro di Ilaria Coppini, scrittrice italiana

9 min lettura
Commenti disabilitati su Eros & Eros: l’ultimo lavoro di Ilaria Coppini, scrittrice italiana
2
142
Ilaria Coppini, scrittrice ed attrice italiana

Ilaria Coppini, nata a Firenze nel 1979, vive a Roma dal 2006. Dopo aver frequentato il liceo classico si laurea in Scienze dell’educazione.

Ho avuto il grande onore di intervistare l’attrice e scrittrice italiana che ci ha lasciato una preziosa testimonianza.

Ilaria Coppini: dal teatro alla tv passando per la SCRITTURA POETICA

  • Ilaria, chi sei e come sei arrivata fin dove sei oggi..

Sono Ilaria Coppini, un’attrice fiorentina di teatro (prosa e spettacoli per bambini), cinema indipendente e televisione, mi avete potuto vedere e spero apprezzare sia in ruoli drammatici che brillanti e mi avete potuto ascoltare in alcune voiceover di spot ed in videopoesie.

Ho insegnato teatro a bambini, adolescenti e nel sociale a persone con disabilità psichiche, essendo anche laureata in scienze dell’educazione. Sono una persona poliedrica, sensibile e trasparente ma poco diplomatica, irascibile e pignola.

  • Cosa puoi dirci della tua attività di artista in quest’anno, così critico bloccato dalla Pandemia?

Come molti artisti ho potuto lavorare poco durante il 2020 ed anche il 2021 inizia per me con l’annullamento di alcune date dello spettacolo “Di donna in donna”. Uno spettacolo ideato da me, diretto ed interpretato, che sarebbe dovuto andare in scena in doppia replica il 3 e il 4 Febbraio presso il teatro Palladio di Rieti. Alcuni personaggi che ho creato per questo specifico lavoro sono appositamente poco curati e “sciatti”, perchè si tratta di donne molto sofferenti che hanno subito violenza e sono consumate nel corpo e nello spirito. Che siano personaggi o persone reali, in casi come questi purtroppo si crea un circolo vizioso per cui, lasciandosi andare a causa del dolore l’autostima si abbassa ulteriormente. Quindi sarebbe meglio, qualora ci si riuscisse, prendersi sempre e comunque un po’ cura di se stessi. Volersi bene insomma.

  • Cosa consigli ai lettori di ModApp che vogliono prendere ispirazione da ciò che ci hai appena detto? Come ci si prende cura di sè stessi?

Io amo molto coccolarmi e ritagliarmi dei momenti solo per me. Ad esempio, mi rilassa molto fare un pediluvio perchè lo ritengo un’abitudine preziosa per dare sollievo ai piedi, stanchi al termine di una dura giornata. Oppure fare un bagno rilassante nella vasca idromassaggio, circondata da candele colorate. 

Tanti modi per dedicarti completamente a te stessa ed alla tua anima. 

  • Cosa pensi del mondo olistico e dei rimedi naturali?

Sono molto attenta all’utilizzo di rimedi naturali per la mia bellezza. Sono efficaci se scelti in base alle esigenze individuali e non hanno impatto sull’ambiente così come l’uso del deodorante all’allume di rocca. Ne svelo volentieri alcuni in questa testata giornalistica così attenta a questi temi:

-bicarbonato per sbiancare i denti (fondamentale per i miei primi piani avere un bel sorriso) e da aggiungere ogni tanto allo shampoo per depurare il cuoio capelluto

-impacco per capelli, da applicare prima del lavaggio, creato mescolando yogurt, limone e miele

-impacco linfodrenante per il corpo fatto con fondi di caffè e olio (da usare tiepido)

-impacchi con la camomilla (fiori non bustine) per mantenere le naturali schiariture dei miei capelli che mi vengono quando d’estate li asciugo al sole.

  • Ami essere alla moda? Qual è il tuo punto di vista a riguardo

Per quanto riguarda il mio rapporto con la moda ed i miei gusti in merito, posso dire che amo giocare con tutti i colori, creando abbinamenti cromatici diversi ogni volta, anche se il mio colore preferito è il verde smeraldo: deciso, intenso, brillante, rilassante e energizzate allo stesso tempo. Ho una personalità…anzi…varie personalità marcate…quindi non mi vedrete mai indossare colori pastello. Mi valorizzano sia i colori caldi per via del mio incarnato chiaro ma rosato e ambrato e i colori freddi per via dei miei occhi chiari.

  • Hai uno stilista che ami più degli altri? Hai un capo che indossi più facilmente che rappresenta un pò il tuo portafortuna?

Date queste premesse non posso che apprezzare particolarmente le fantasie ed il gusto cromatico di Roberto Cavalli, fiorentino come me. Ho indossato con gioia alcune sue creazioni in occasioni tipo cene di gala, come testimoniato in foto.

Uso spesso foulard, capi di velluto, cinture a fascia per esaltare il punto vita e le forme femminili, scarpe col tacco, pizzi e trasparenze. Mi danno fastidio anelli e braccialetti ma mi piace valorizzare il mio collo lungo ed il mio viso con collane ed orecchini.

Ho enormi difficoltà a trovare un profumo adatto a me. La maggior parte non riscontra i miei gusti, perchè sulla mia pelle sanno sempre di borotalco, odore che non mi piace, quindi uso quello che usava mio nonno, che ha esclusivamente un fresco e piacevole sentore di lavanda e poi, come le Madeleine di Proust, forse, mi riporta a quando ero bambina.

  • Cosa puoi dirci del tuo ultimo lavoro, il tuo primo libro di poesie, Eros&Eros?

 

In questo periodo sono impegnata nella promozione del mio primo libro edito intitolato Eros & Eros. Si tratta di una raccolta di poesie di genere erotico, scritta in collaborazione con la nota poetessa italiana Mapi e il celebre poeta peruviano Abner Thomas Viera Quezada. Abbiamo programmato la presentazione online per Domenica 24 Gennaio alle ore 17, si terrà sul blog Passionevera. Collego il tema della sessualità presente nel libro con gli argomenti affrontati in questo articolo, ribadendo che è importante prendersi cura di sé principalmente per se stessi ma, qualora avessimo rapporti intimi, anche per rispetto dell’altro!

 

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Fabia Tonazzi
Altri articoli in Libri
Commenti chiusi.

Leggi anche

“Lo sanno solo le stelle”, il nuovo libro di Silvana Maroni

“Lo sanno solo le stelle” è un’opera di Silvana Maroni, in cui respirano simultaneamente d…