Home Moda Bambini Moda bambini durante la Quarantena: cosa è cambiato?

Moda bambini durante la Quarantena: cosa è cambiato?

5 min lettura
Commenti disabilitati su Moda bambini durante la Quarantena: cosa è cambiato?
2
21
Moda bambini durante la Quarantena: cosa è cambiato?

Dobbiamo tutti rimanere a casa. Il lookdown ormai, da un paio di mesi a questa parte incombe e quindi la quotidianità cambia. Anzi, la quotidianità di tutti è cambiata e, con essa, lo styling che abbiamo adottato.
Vogliamo però fare un riferimento particolare alla sezione “kids style”, tassello importante e da non sottovalutare.

Com’è cambiato il modo di vestire in casa dei nostri bambini?

Com’è stato riadattato lo styling, al giorno ed alla notte, “only home” dei nostri bambini?
La risposta potrebbe essere davvero ampia ma, dobbiamo tutti ricordarci che è sbagliatissima la strada dell’adagio, della non cura e dell’appiattimento.

Una volta affrontato dunque il “problema” di come gestire i bambini durante la Quarantena, passiamo a come coccolarli, con stile.
Come affrontare dunque, dal punto di vista stile e guardaroba, questa nuova routine?
Semplice, basterà ripartire dalla buona cura e dal riordino del guardaroba dei piccini, dall’abbigliamento, all’intimo passando per gli accessori e per il reparto scarpe.
Ci piace pensare che, anche i bambini e i ragazzi, possano avere la migliore sistemazione di loro armadi, dove tutto assume la giusta pulizia e “catalogazione” nei vari scomparti ben definiti.
Questo è il momento per controllare se, all’interno dei loro scomparti, possa mancare qualcosa, per correre ai ripari, magari con lo shopping online al fine di adoperarsi ad affrontare una fase 2 e seguenti nella più assoluta tranquillità.

Ecco per voi la più completa “list” di stile ed abbinamenti

"list" di stile ed abbinamenti

  • No al pigiama tutto il giorno.
  • No alla soluzione tute e tutine.
  • Si al vestiario, comodo, ma quotidiano. Sarà anche questo un modo per non far pesare loro il duro momento della Quarantena per Covid19.

La circostanza è insolita, la colorazione fashion, l’armocromia e le varianti di stile possono essere un valido aiuto per far sentire meno l’incombere delle difficoltà e dei cambiamenti.
La cura di sè stessi, anche per i bambini così come per i grandi, è fondamentale.

  • Il giorno dunque abbigliamento diurno>;
  • La notte al via gli outfit notturni.
  • Per bambini e ragazzi in maniera uguale.

Non è fashion mania o la cura alla noia, all’ansia e alla tristezza ma, semplicemente, è il continuo di una normalità.
Non si tratta di definire un dress code particolare, bensì, di un semplice “vestirsi bene” che fa bene all’umore, alla psicologia ed alla considerazione.

Insomma questo è il momento adatto, per i bambini, per conoscere la realtà della moda, la realtà del vivere quotidiano e della gestione degli spazi che contengono quanto di più prezioso abbiamo per i nostri momenti di felicità. Momenti dei quali, ogni giorno, alla mattina, ci dedichiamo subito dopo aver fatto la colazione e dopo aver avuto una sana cura di sè, pulizia ed altro.

Dunque vestirsi bene, sfoggiare capi ed accessori di stagione, armoniosi, vivaci e abbinati, in attesa di tornare alla vita speciale. La regola è una: non adattarsi, reagire e vestire i più piccoli. Va bene poi lasciare le pantofole, questo si. Ma attenzione ai dettagli di stile!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Tania Guaida
Altri articoli in Moda Bambini
Commenti chiusi.

Leggi anche

Mondo bambini, un sovraccarico di tenerezza notturna!

Bambini pronti per la Fase due? Genitori pronti per la Fase due con i vostri bambini? Oggi…