Il mercato dell’usato cresce per gli orologi di lusso: numeri mai visti prima

5 min lettura
Commenti disabilitati su Il mercato dell’usato cresce per gli orologi di lusso: numeri mai visti prima
0
16
Il mercato dell’usato cresce per gli orologi di lusso: numeri mai visti prima

Il mercato dell’usato, oggi più che mai, sta vivendo un momento di fioritura che forse non aveva mai visto prima d’ora. In particolare, secondo i dati del Boston Consulting Group (Bcg), un comparto interessante e ampio che tra il 2020 e il 2022 ha avuto un picco del 27%, con 22 miliardi di dollari di vendite registrate solo nel 2021, è quello degli orologi usati, che è arrivato a superare altri beni come gioielli, vini o borse.

Da un lato la particolarità di alcuni modelli fuori produzione, dall’altro la maggiore attenzione ad articoli di classe che hanno una lunga storia da raccontare, sono i fattori che spingono all’acquisto nel mercato di seconda mano; ma non è tutto. Si uniscono anche altri aspetti come un rallentamento della produzione data dalla Pandemia e la minore voglia di aspettare in lunghe liste di attesa da parte del pubblico. E così il secondo polso schizza in alto ed è in netta espansione.

Acquisto dell’usato in crescita per gli orologi

Sono in particolare gli orologi di lusso come i rolex donna a secondo polso a prevalere in questo mercato in crescita. Il comparto ha attirato nuovi clienti e si è allargato rispetto al settore di prima mano. Perché tutto questo? Lo dicono gli acquirenti: la seconda mano offre molti benefici che il mercato al dettaglio non concede.

Le condizioni pari o quasi al nuovo e la possibilità di accorciare i tempi per avere direttamente al polso un orologio di pregio, senza restare nei canoni delle lunghe attese previste per la prima mano, sono i fattori che maggiormente hanno spinto i clienti a riferirsi agli orologi usati.

Un ruolo strategico lo giocano anche le case d’asta, in cui gli orologi vanno per la maggiore. Qui però si può parlare di due filoni distinti di acquirenti: chi vuole pezzi unici, come i cultori del bello e del lusso che sono alla ricerca di modelli che non si trovano più sul mercato per la propria collezione, e chi, invece, si affida al secondo polso per risparmiare senza rinunciare a prodotti di altissima qualità e per poter utilizzare quotidianamente il proprio acquisto.

Orologi usati: alcune specifiche importanti

Proprio nel campo dell’acquisto degli orologi usati ci sono però da fare alcune distinzioni. Gli acquirenti, devono sapere, infatti, che, quando si parla di usato, in questa specifica categoria di articoli, ci si riferisce a due classi differenti: gli orologi di secondo polso e quelli da un polso e mezzo.

I primi sono quelli di marca ma che sono già stati indossati da un’altra persona e che, anche se in buono stato, possono presentare dei segni di usura e a volte anche dei piccoli malfunzionamenti.  Quelli di un polso e mezzo, invece, sono esteticamente immacolati e nuovissimi. Si tratta di una formula innovativa che può essere paragonata a quella più nota delle auto a km 0.

La caratteristica che attira maggiormente il cliente verso un orologio da un polso e mezzo è la disponibilità immediata del prodotto, che una volta acquistato può essere subito indossato. Uno nuovo, invece, per come sono le cose oggi, può essere consegnato all’acquirente anche dopo diversi anni dall’acquisto, in quanto sono richiesti tempi di produzione molto lunghi.

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Accessori di tendenza
Commenti chiusi.

Leggi anche

Un addio alla moda: l’eredità di Roberto Cavalli

E’ morto a Firenze lo stilista Roberto Cavalli. Aveva 83 anni e da un anno era diven…