Le atlete delle Olimpiadi di Tokyo 2020, paladine di bellezza

3 min lettura
Commenti disabilitati su Le atlete delle Olimpiadi di Tokyo 2020, paladine di bellezza
0
29
Olimpiadi Tokyo 2020

Le atlete che parteciperanno alle Olimpiadi di Tokyo 2020, da ieri all’8 agosto, sono anche delle paladine di bellezza. Si sono scontrate ed hanno combattuto contro pregiudizi e body shaming, hanno utilizzato il makeup come sinonimo di creatività e divertimento, si sono prese cura di loro stesse con yoga e meditazione. Ognuna ha svelato la routine quotidiana adatta alle proprie esigenze.

I segreti beauty delle atlete protagoniste delle Olimpiadi di Tokyo

Alex Morgan, classe ’89, è l’attaccante della squadra femminile dell’Orlando Pride e della Nazionale a stelle e strisce. Spesso paragonata per la sua bravura a  Messi e Cristiano Ronaldo. Nel 2019 apparve in bikini sulla rivista Sports Illustreded  in cui ha dichiarato che il calcio non è solo uno sport “per maschi”.

Il suo tratto distintivo è una ponytail alta voluminosa, trattenuta anche da un sottilissimo cerchietto a fascia. Pratica, semplice e femminile, da copiare.

 

Vanessa Ferrari è la ginnasta che ama il makeup. Alla sua quarta olimpiade, la carriera della ginnasta trentenne sembra essere infinita, a tal punto da essere diventata simbolo di resistenza e resilienza, visto che non si è mai fermata nonostante i diversi infortuni ed il Covid.

Appare sempre truccatissima in pedana: il suo segreto di bellezza è lo struccante. Eliminare il make up a fine giornata e dopo una gara garantisce di avere una pelle sempre pulita e curata. Adora inoltre il primer, il quale uniforma l’incarnato creando una base perfetta per applicare un fondotinta leggero e waterproof.

 

Paola Egonu, scelta dal Cio, insieme ad altri cinque atleti olimpici come portabandiera del vessillo olimpico. La ventiduenne è tra le pallavoliste più forti al mondo.

 

Ha sempre usato la sua fama per attirare l’attenzione su tematiche sociali fondamentali come la lotta alla violenza sulle donne, alla discriminazione e al razzismo, aderendo anche assieme a Bebe Vio alla campagna di L’Oréal Paris di Accord Parfait, il fondotinta che non copre ma valorizza illuminando la bellezza di ognuno grazie alle sue infinite nuance.

Marta Maggetti, unica italiana per il Windsurf a Tokyo. Il suo tratto beauty distintivo? Sfidare il mare ed il vento con ponytail a treccia.

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Olimpiadi Tokyo 2020
Commenti chiusi.

Leggi anche

Nairy Baghramian, un’artista visiva nata in Iran

La bella mostra Furia Series – Nairy Baghramian. Misfits si visita piacevolmente per…