I look di Chiara Ferragni al Festival di Sanremo 2023

5 min lettura
Commenti disabilitati su I look di Chiara Ferragni al Festival di Sanremo 2023
0
24
I look di Chiara Ferragni al Festival di Sanremo 2023

La moda è ancora una volta protagonista dell’evento più seguito e commentato dell’anno, il Festival di Sanremo. La 73esima edizione del Festival della canzone italiana non è soltanto all’insegna della musica, ma è un vero e proprio concentrato di stile e glamour.

Come ogni anno, ad attirare l’attenzione del pubblico non sono solo le canzoni portate sul palco dai concorrenti in gara, ma anche i meravigliosi look.

Chiara Ferragni è stata la co-conduttrice della Prima Serata del Festival e lo sarà anche dell’ultima serata. I look della giovane imprenditrice digitale hanno fatto molto discutere sia positivamente che negativamente. Vediamo perchè.

Il vestito manifesto indossato dalla Ferragni

“Pensati libera”, la prima creazione haute couture creata dalla maison francese Dior ha omaggiato la presenza scenica di Chiara Ferragni con un abito nero di seta a corolla.

Lungo e completato dalla bianca stola-manifesto, il vestito della co-conduttrice del Festival di Sanremo 2023, nato da un’idea di Chiara e Fabio Maria Damato, è impeccabile per l’esecuzione del taglio sartoriale.

 

Ad elevare il primo look di Chiara Ferragni  è anche la scelta dei suoi preziosissimi gioielli en pendant con il suo elegantissimo look. (un paio di orecchini ricoperti di pietre preziose che illuminano il suo volto emozionato durante la prima scalinata della serata).

Il vestito senza vergogna di Chiara Ferragni

Anche il secondo look è firmato dalla stilista italiana Maria Grazia Chiuri. Glamour e disegnato (letteralmente) sul suo corpo, il secondo look di Chiara riporta l’attenzione sui diritti delle donne e il loro corpo ancora, purtroppo, considerato un campo di battaglia.

 

Un abito lungo realizzato in tulle color carne che riproduce un ricamo trompe l’oeil del corpo di Chiara liberato da quella vergogna che è stata sempre imposta alle donne, a partire da Eva, la prima donna della storia indotta a provare vergogna per il suo corpo.

L’abito di Chiara Ferragni contro l’odio

Il terzo look della serata firmato Dior porta sul palco della musica italiana alcuni dei commenti degli haters rivolti a Chiara sul suo aspetto, sul suo corpo e soprattutto sulla sua libertà di sentirsi donna oltre che mamma.

Le critiche che ogni giorno gli haters rivolgono alle foto postate su Instagram dell’imprenditrice digitale sono ricamate su sfondo bianco,  con contrasto di perle nere che evidenziano i commenti più sessisti sotto i suoi post.

 

Anche quest’abito è nato da un’idea creativa di Chiara e Fabio Maria Damato.  La couturier Maria Grazia Chiuri, nel realizzare questa creazione, ha provveduto ad enfatizzarne la silhouette di Chiara attraverso un sensualissimo spacco laterale.

L’ “abito gabbia” di Chiara Ferragni

L’ultima scelta stilistica di Maria Grazia Chiuri per la co-conduttrice della prima serata del Festival ha voluto rappresentare con un abito d’alta moda Dior la speranza di rompere le convenzioni imposte dal pariarcato e liberare le nuove generazioni dagli stereotipi di genere imposti dalla società.

 

Il quarto ed ultimo look della prima serata di Sanremo 2023, che prende ispirazione dall’opera di Jana Sterbak, è composto da una tuta super glam di jersey ricamata di strass intrappolata in una gonna di tulle. 

Ora non ci resta che aspettare Sabato per vedere gli altri look che sfoggerà la Ferragni!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Sanremo
Commenti chiusi.

Leggi anche

Un addio alla moda: l’eredità di Roberto Cavalli

E’ morto a Firenze lo stilista Roberto Cavalli. Aveva 83 anni e da un anno era diven…