Home Accessori di tendenza Un legame importante: il foulard

Un legame importante: il foulard

5 min lettura
Commenti disabilitati su Un legame importante: il foulard
5
406
foulard: accessorio di tendenza

Il  foulard  è da sempre simbolo di eleganza

foulard oggi

Quale donna non ha in un cassetto qualche foulard di vari colori?

Il termine foulard è francese e significa fazzoletto di seta. Prima però di diventare un accessorio di tendenza,  il cui brand per eccellenza è sicuramente Hermes, il foulard nasce per un uso pratico.

L’accessorio veniva infatti indossato  dai militari per proteggersi la gola dal vento o per distinguersi di grado. Le donne invece, lo usavano per coprire una scollatura un po’ troppo generosa o per ripararsi  il capo dal sole quando lavoravano i campi.

Agli  inizi del 900 il foulard divenne un vero simbolo di classe

Hermes è indubbiamente il precursore del foulard. Famoso  per il carré composto da ben quattro chilometri di filo di seta e da un massimo di venticinque colori. Anche  stilisti come Dior,Yves Saint Laurent, Ferragamo hanno reso questo accessorio unico ed in grado di esaltare la femminilità di ogni donna.

Verso gli anni 60 il foulard diventa più versatile, si indossa intorno al capo come fa Haudrey Hepburn, abbinato ad occhialoni over size, rimane sicuramente una delle soluzioni  più affascinanti .

Legato intorno alla borsa, annodato intorno al collo,utilizzato come morbida sciarpa, il foulard può essere realizzato in seta, cotone e perfino in lana ed è un accessorio senza tempo.

Tra i pezzi vintage più ricercati ci sono i foulard di Emilio Pucci, Roberta di Camerino e Salvatore Ferragamo ma senza dubbio Hermes detiene il record delle vendite.

Non si può infine non ricordare il foulard Flora di Rodolfo Gucci, creato  nel 1966 per la principessa Grace Kelly per sorreggere il braccio dopo una frattura, decorato con enormi libellule, farfalle, tigri e papaveri in circa 36 colori. Fu indossato in seguito anche da icone di stile come Jacqueline Kennedy, Sofia Loren, Liz Taylor diventando un vero must have delle donne più chic del mondo.

Simile per l’uso ma non per lo stile, va ricordata la bandana, il celebre quadrato di stoffa che ricorda i cowboy.

Negli anni 60 fu Brigitte Bardot a lanciarlo come accessorio di tendenza.

Il foulard  oggi: una firma di stile

Anche oggi questo accessorio di tendenza continua ad esercitare grande fascino. E nelle sfilate 2017/ 2018 gli stilisti lo portano in passerella in varie declinazioni, lunghi ed ampi sono perfetti per sostituire sciarpe e mantelle, corti annodati al collo con camicie sbottonate o su maglioni a girocollo danno subito un tocco di colore e possono sostituire dignitosamente  le collane.

Insomma mai come quest’anno il foulard si presta ad essere indossato in diversi modi. Portiamolo anche tra i capelli per legare una coda fermare uno chignon o a mo’ di  turbante come fa Jennifer Lopez.

La moda anche quest’anno gioca con gli accessori per valorizzare  il look e giacché il foulard è tornato ad essere un accessorio di rilievo, acquistiamone  uno  che rispecchi la nostra personalità.

Il foulard, il modo in cui lo portiamo, può essere quasi una firma di stile,  qualcosa che ci contraddistingue, un modo per essere riconosciute, motivo per cui  non possiamo che catalogare questo accessorio indispensabile per il nostro guardaroba .

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Tiziana Giucastro
Altri articoli in Accessori di tendenza
Commenti chiusi.

Leggi anche

Passi da gigante, con gli stivali!

Finalmente e’ inverno! Eh si, perché quale miglior occasione per sfoggiare un bel paio di …