Home Psicologia femminile Vacanze da single: croce o delizia?

Vacanze da single: croce o delizia?

8 min lettura
Commenti disabilitati su Vacanze da single: croce o delizia?
0
217
single

La giusta occasione per godersi il silenzio ed essere felice!

Andare in ferie senza un partner al proprio fianco per certi versi può essere destabilizzante. Ma è anche l’occasione giusta per stare a tu per tu con se stesse rinascendo un po’

Un viaggio da sogno. Una spiaggia di sabbia bianca. Oppure montagne dall’orizzonte infinito. I giorni di ferie si avvicinano, qualche soldo (per fortuna) c’è, nell’armadio abbiamo un pieno di abiti nuovi che aspettano solo di saltare in valigia.

Ma allora perché insieme all’ attesa c’è troppa ansia ed un filo teso di insoddisfazione?

Semplice, perché quest’anno siamo single. Una condizione che non siamo ben certe di aver scelto ed a cui vorremmo porre fine il prima possibile. Magari appunto nelle prossime vacanze in cui..chissà.

Mettere nello zaino delle ferie aspettative di tipo romantico è sempre rischiosissimo.

L’attesa spasmodica del Principe Azzurro, in genere concentrata nel periodo estivo, porta nella quasi totalità delle volte a delusioni ed alla sensazione di aver buttato via tempo, soldi ed occasioni.

Così che al giorno si mette il cuore in letargo e si comincia a fantasticare già sui possibili incontri delle vacanze della prossima estate. Molto meglio concentrarci su quelle di quest’anno, cogliendo l’occasione per fare qualche riflessione.

Se la ricerca di un compagno, pià che legittima, non nasce dal desiderio di aggiungere qualcosa ad una vita già soddisfacente ma dal bisogno di appoggiarsi a qualcuno che protegga, accudisca e riempia la nostra solitudine, il progetto nasce già avariato ed è destinato a sgonfiarsi in tempo più o meno reale.

Proviamo invece a vivere quest’estate come un’opportunità di profonda crescita, godendoci le mille proposte che le vacanze ci possono offrire per divertirci, conoscere nuovi posti e culture, vivere esperienze inedite, ampliare i campi di interesse: torneremo a casa appagate, più ricche e piene di carica per affrontare al meglio la nuova stagione.

Decalogo delle vacanze al top per le single!

  1. L’indipendenza economica è alla base di quella emotiva. Anche se la tua collega sbandiera mete esotiche e la vicina di casa è in partenza per l’altra metà del globo, tieni d’occhio il tuo budget e programma solo le vacanze che ti puoi permettere con le tue forze. Che sia un tre stelle al mare o un agriturismo in montagna, il fatto di provvedere a te stessa ti farà sentire fiera e più sicura di te.
  2. La parola chiave è: adattarsi. L’albergo non sarà splendido, la tua compagna di viaggio è un po’ noiosa, il programma del tour organizzato non collima a perfezione con i tuoi interessi. Pazienza, sono gli unici giorni di svago che hai, goditeli sino in fondo. Niente lamentele o pensieri molesti.
  3. Sul lungomare dove passano coppiette abbracciate, al cinema, al ristorante, durante la gita in barca: se vivi con la sensazione che tutti ti guardino e ti commiserino perché sei sola, parti col piede sbagliato. Sei una persona adulta, indipendente e fiera di esserlo. Non hai bisogno di stampelle per essere felice. Non considerarti una donna scartata ma una donna che sa scartare e scegliere. Quindi, testa alta spalle dritte, nessun imbarazzo e metti al bando ogni atteggiamento da vittima.
  4. Se sei partita con le amiche, concordate insieme un programma di massima, lasciando spazio per gli interessi personali. Se viaggi da sola, cogline l’aspetto impagabile: puoi fare esattamente quello che vuoi.
  5. Se parti con il vuoto nel cuore, probabilmente tornerai con il cuore vuoto. Partendo colma di progetti, entusiasmo, sicurezze, tornerai con il serbatoio pieno di benzina. E potrai mettere in cantiere altri sogni per i mesi successivi.
  6. Vuoi cambiare lavoro, cambiare casa, cambiare città, andare a vivere da sola affrancandoti dai tuoi? Le ferie saranno la giusta occasione per tirare giù piani e conteggi, fase in cui un lui ipotetico ed ideale non serve e non c’entra. I progetti giusti sono solo quelli che si reggono sulle nostre spalle.
  7. Hai messo in borsa o in valigia grinta, curiosità, entusiasmo, tutta la voglia di ritagliarti un periodo magico a tua immagine e misura? Che tu resti in città, ti aggreghi ad un viaggio organizzato o visiti una città d’arte in compagnia di te stessa, ricorda che non avere obblighi e poter fare esclusivamente ciò che più ci va è un privilegio davvero raro. Goditelo, vai al massimo e buona vacanza: sarà bellissima ma solo se ti convinci che possa esserlo davvero!
Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Psicologia femminile
Commenti chiusi.

Leggi anche

Zaini sotto accusa: alle elementari un alunno su due soffre di mal di schiena

Mal di schiena, fenomeno in aumento per colpa anche di tablet e smartphone Oggi un bambino…