Michelle Obama, un simbolo di forza ed autorevolezza

4 min lettura
0
0
8
Michelle Obama, un simbolo di forza ed autorevolezza

Non è stata solo una delle first lady più ammirate di sempre ma anche una delle donne più apprezzate di tutto il mondo: Michelle Obama si distingue per la sua personalità forte ed indipendente. E’ stata un modello di ispirazione sia durante la sua permanenza alla Casa Bianca (dal 2009 al 2017) sia negli ultimi due anni, quando ha presentato il suo libro Becoming, diventato un best seller in tutto il mondo.

Lo stile di Michelle colpisce in ogni sua espressione

Rappresenta il desiderio di veicolare un’immagine di potere femminile: avvocato di successo, l’ex first lady ha fatto di tutto per non dimostrarsi soltanto una moglie che sostiene il marito.

 

Convinta appassionata di cause sociali e diritti femminili, la Obama ha sempre dato molta importanza alla scelta dei suoi abiti. Come prima donna di colore a ricoprire il ruolo di moglie del Presidente sapeva che doveva essere preparata per ogni sua mossa e che ogni suo capo d’abbigliamento sarebbe stato analizzato in ogni minimo dettaglio. Tant’è vero che nel suo libro autobiografico racconta che lei e la sua stylist personale trascorrevano ore a provare una lunga serie di outfit per stabilire se fossero indicati per dare un’immagine di Michelle confortevole ed allo stesso tempo elegante.

Negli anni il suo look è cambiato: agli inizi più impegnativo e formale, in seguito più disinvolto, più libero da regole ed etichette. Merito anche del suo fisico imponente ma sempre molto tonico: basta notare come indossa gli abiti senza maniche che lasciano le braccia scoperte, incubo spesso di molte “over” per il temuto “effetto tendina”.

Il power dressing di Michelle

Riferendosi allo stile di Michelle, l’opinione pubblica ha parlato di “power dressing”, ovvero un modo di vestirsi ben riconoscibile che trasmette la propria personalità e costituisce uno strumento di comunicazione importante.

 

 

Nelle sue apparizioni riesce a mescolare capi di stilisti famosi (da Versace ad Alexander McQueen) con altri americani meno conosciuti o di etnie diverse (Naeem Khan, statunitense di origini indiane è uno dei suoi preferiti), oppure più casual ed accessibili, realizzati da grandi magazzini come J.Crew e Topshop.

Michelle ama colori decisi e sgargianti: è una fan del giallo, che ha indossato nella prima sua apparizione in TV ed in occasione del giuramento di Barack del 2009.

Anche per quanto riguarda i capelli la sua immagine è sempre stata molto curata: ha adottato spesso un caschetto ma negli ultimi tempi è stata una delle prime a sostenere la “liberazione” delle chiome afroamericane, postando foto di capelli ricci al naturale che, invece, molte donne di colore tendono a lisciare ed a nascondere. Non è un caso infatti che la rinascita spesso parta proprio dai capelli.

 

 

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Celebrità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Costumi da bagno animalier, le tendenze dell’estate 2021

La moda dell’estate 2021 ha la verve raffinata e felina della fantasia maculata sui costum…