Home Celebrità Marilyn Monroe, una vera e propria icona di look

Marilyn Monroe, una vera e propria icona di look

5 min lettura
Commenti disabilitati su Marilyn Monroe, una vera e propria icona di look
1
6
Marilyn Monroe, una vera e propria icona di look

Malinconica, fragile ed inquieta, la Monroe ha segnato un’epoca e riscritto le regole del fascino. Il noto magazine americano “People” l’ha incoronata nel 1999 “la donna più sexy del ventesimo secolo” ma ancora adesso è considerata una delle più belle attrici della storia del cinema.

Marilyn ha reso immortali alcune scelte di stile

La vita non ha concesso alla Monroe  il beneficio di invecchiare portandola via all’apice del successo e dello splendore, a soli 36 anni, nel 1962.

Marilyn ha reso immortali alcune scelte di stile

 

 

Curve mozzafiato concentrate in un metro e settantasei di altezza, perfetta pin-up del suo tempo, lo stile di Marilyn rimane un punto di riferimento, sempre molto imitato. L’abito plissè che svolazzava birichino in “Quando la moglie è in vacanza”, la gonna pieghettata è una tendenza più che mai in voga oggi, abbinata ad un mini top o ad un giacchino in pelle.

Il tubino rosa di Niagara è diventato iconico. Mentre i costumi da bagno interi e maliziosi, senza spalline e leggermente a culotte, che l’attrice amava particolarmente sono entrati nella storia dello stile da spiaggia più sofisticato.

Inoltre la Marilyn è stata una fan ante-litteram del tacco, altrochè le signore di Sex and the city!

Non si è mai fatta intercettare nelle occasioni ufficiali con meno di otto centimetri ai piedi, anche se in realtà, fuori dal red carpet, il suo look era tra il casual ed il preppy, con tanto di ballerine ed i famosi pantaloni a righe verticali, morbidi e decisamente comodi, altra pietra miliare del suo guardaroba.

Ma ancora più mitico è diventato il biondo della Monroe: quasi platino, ottenuto dopo infinite collaborazioni che l’avevano liberata dal suo castano naturale, è diventato celebre come “biondo Marilyn”.

Il suo make up era studiato alla perfezione: l’attrice si sottoponeva a diverse ore di preparazione ed il suo viso era scolpito da luci ed ombre con effetti di illusioni ottiche che sembravano magia. Per lo sguardo la diva non rinunciava alle ciglia finte: sopracciglia ad ali di gabbiano, per dare verticalità al viso, un velo di ombretto bianco avorio ed un pò di talco sulla palpebra mobile che la rendeva luminosa ed iridescente.

Altra passione della diva che è stata tramandata ai posteri è quella per i profumi. E’ passata alla storia la risposta data da Marilyn allo scrittore Georges Belmont in un’intervista pubblicata nel 1960:

Che cosa indosso quando vado a letto? Un pigiama? Le calze? O una camicia da notte? Solo due gocce di Chanel n°5.

Altre fonti hanno confermato che l’attrice amava in generale fragranze femminili ed opulenti ma non sempre era fedele al bestseller della maison francese.

Per quanto riguarda le labbra, erano quasi sempre rosse ma dal sottotono blu per compensare le riprese in technicolor che avrebbero conferito un riflesso aranciato al viso. Il colore blu infatti aiuta a sbiancare i denti ed è il primo accorgimento per illuminare sorrisi non proprio splendenti.

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Celebrità
Commenti chiusi.

Leggi anche

Film in costume: le migliori pellicole da vedere in casa

Aspettando che le sale riaprano (ri)vediamo i grandi film a casa: dallo sfarzo di Versaill…