Home Curiosità Mia Martini: un’artista unica nella voce e nella personalità

Mia Martini: un’artista unica nella voce e nella personalità

4 min lettura
0
0
33
Mia Martini: un'artista unica nella voce e nella personalità

A Febbraio Serena Rossi sarà la Martini in Tv

A Febbraio Serena Rossi sarà la Martini in Tv

Ci volevano tutto il talento, la passione e l’empatia di Serena Rossi per interpretare un’artista femminile unica nella voce e nella personalità come Mia Martini: una donna sensibile e forte allo stesso tempo, piena di entusiasmo ed, alla fine, profondamente delusa nei sentimenti e nella carriera.

La Rossi, infatti, è la protagonista di Io sono Mia, un film biografico diretto da Riccardo Donna che ripercorre alcuni momenti significativi della vita personale e professionale della cantante calabrese: alti e bassi in cui si sono alternati difficoltà iniziali e successi strepitosi, cadute e risalite.

La sofferenza di Mia Martini

Il racconto mette in luce anche la sofferenza della Martini che, all’apice della fama, subì l’infamia e la follia delle maldicenze con le quali fu “bollata” come iettatrice, finendo per essere esclusa ed emarginata dall’ambiente dello spettacolo. “Mimì“, com’era chiamata dagli amici Mia (vero nome, Domenica Rita Adriana Bertè) morì prematuramente il 12 Maggio 1995, a soli 47 anni, per un arresto cardiaco.

Dopo il passaggio nelle sale cinematografiche avvenuto dal 14 al 16 Gennaio, il biopic andrà in onda a Febbraio su Raiuno, successivamente al Festival di Sanremo.

“Per interpretare Mia, le ho regalato un pezzettino del mio cuore”..

Serena Rossi non ha voluto imitare Mia. Ciò avrebbe portato ad un risultato sterile e privo di anima. Ma la giovane ha provato a regalarle un pezzo del suo cuore lavorando soprattutto sulle emozioni e sui suoi sentimenti. Ha dato ogni fibra di sè stessa non risparmiandosi mai, in ogni inquadratura, anche quando era girata di spalle a cantare e voleva che invece si vedesse la vena gonfia del collo.

La Rossi e Mia sicuramente hanno in comune la passione per la musica napoletana e per Napoli, come città e squadra di calcio.

La canzone Cumm’è di Enzo Gragnaniello, interpretata da Mia insieme a Roberto Murolo, appartiene all’infanzia della Rossi, alla sua casa, ai suoi genitori.

Mia Martini: una figura femminile che ha vissuto grandi passioni ma anche profondi tormenti

Mia Martini: una figura femminile che ha vissuto grandi passioni ma anche profondi tormenti

“Meglio reclusa che umiliata”, dice Mia ad un certo punto nel film. Travolta dalle maldicenze, Mimì, all’inizio ha preferito stare in silenzio ma poi l’amore per la musica è stato più forte e quando le è arrivata tra le mani la cassetta di Almeno tu nell’universo è stato per lei il momento di dire qualcosa su quello che le era accaduto e di farlo attraverso la musica stessa.

I primi versi della canzone dicono tutto: “Sai la gente è strana, prima si odia e poi si ama..”

 

  • I look delle terza serata del Festival di Sanremo

    Sanremo 2019, look terza serata

    Questo Festival di Sanremo 2019 è una vera e proprio evoluzione di look. Che la terza sera…
  • Loredana Bertè: al Festival in ricordo della sorella Mimì

    Loredana Bertè: al Festival in ricordo della sorella Mimì

    Loredana Bertè è tra i cantanti favoriti del Festival Per Loredana Bertè, 68 anni, questo …
Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Il kiwi rende la tua pelle più luminosa

La bellezza ha un colore. E’ il verde, il colore che ha la polpa del kiwi Frutto dal…