Cerimonia elegante e tradizionale, come la sposa deve rispettare il Bon Ton

6 min lettura
Commenti disabilitati su Cerimonia elegante e tradizionale, come la sposa deve rispettare il Bon Ton
0
11
Cerimonia elegante e tradizionale, come la sposa deve rispettare il Bon Ton

Il Bon Ton è un sistema di regole, elaborate oltre 500 anni fa, che racchiude tutti i dettami del sapersi comportare in società.

Nel tempo il Bon Ton ha regolato l’organizzazione di molti eventi, dalle cerimonie formali e istituzionali, sotto il nome di Protocollo, fino a quelle più popolari, dai matrimoni e le feste pubbliche fino a una semplice cena a casa tra amici e parenti.

Focalizzando il discorso sul matrimonio e la cerimonia nuziale, il Bon Ton può rappresentare senza dubbio una valida guida per tutte quelle coppie che desiderano organizzare un evento elegante e all’insegna della tradizione.

Ciò nonostante, perché sia tutto perfetto, è necessario conoscere alcune regole essenziali che, soprattutto la sposa dovrà mettere in atto, per essere impeccabile agli occhi del suo sposo e di tutti gli invitati.

In questa occasione, ci concentreremo proprio sulla sposa e sui principi base da adottare per vestire i panni di una sposa Bon Ton.

La scelta dell’abito

La scelta dell’abito più congruo da indossare rispetto alla cerimonia è il primo passo per presentarsi come una sposa attenta alle regole del Bon Ton.

Quest’ultimo, infatti, prevede che l’abito debba essere necessariamente con uno scollo contenuto e maniche a tre quarti. Allo stesso tempo, però, non si può trascurare il gusto personale, lo stile e il luogo della cerimonia e, non ultimo, le caratteristiche del proprio fisico.

In tal senso, può tornare utile sapere che, qualora non fosse disponibile un abito con queste caratteristiche, si può sempre optare per una stola o un coprispalle, che rendano l’abito più discreto, specie in occasione di una cerimonia religiosa.

In tal senso, è essenziale rivolgersi a un atelier con vasto assortimento, in grado di proporre soluzioni che siano in grado di soddisfare le preferenze della sposa e, allo stesso tempo, le regole del Bon Ton.

In ogni città ci sono diversi negozi capaci di presentare una congrua scelta di vestiti nuziali, come ad esempio gli abiti da sposa a Roma di Love is Love ed i numerosi atelier presenti in tutte le città italiane.

Gli accessori

Gli accessori, secondo il Bon Ton moderno, restano a discrezione della sposa e sono funzionali a completare il suo look. In ogni caso, le regole vogliono che l’abito sia rifinito, quantomeno, dal velo e da un paio di guanti.

Per ciò che concerne i gioielli, invece, le spose più puritane e amanti della tradizione dovrebbero limitarsi a indossare solo gli orecchini. Al massimo, se proprio desiderano, possono contornare il collo con un sottile giro di perle.

Il bouquet

Non esiste sposa che non abbia il suo bouquet. Questo è essenziale per completare il look della sposa. Si tratta quindi di un accessorio molto importante, che va scelto con cura.

In linea di principio, i bouquet dovrebbero essere realizzati con i mughetti, il fiore che di solito caratterizza i bouquet delle spose regali. Ciò nonostante, va comunque tenuto presente il fattore stagione. Pertanto, anche la scelta del fiore, deve tenere conto dell’offerta stagionale.

Le sue dimensioni dovrebbero essere proporzionate alla figura della sposa, non troppo ingombrante, quindi, e, allo stesso tempo, in linea con lo stile dell’abito.

Questo dovrebbe rappresentare l’ultimo regalo fatto dal fidanzato alla sua promessa, il giorno delle nozze, accompagnato da un biglietto scritto di suo pugno e recapitato dal fioraio alla madre o al padre della sposa. Senza dubbio un tocco di romanticismo a cui ancora pochi ricorrono.

Per concludere un ultimo consiglio, se si vuole essere in linea con quanto previsto dal Bon Ton: il bouquet va portato all’ altezza dell’ombelico, con la mano sinistra.

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Wedding
Commenti chiusi.

Leggi anche

Un addio alla moda: l’eredità di Roberto Cavalli

E’ morto a Firenze lo stilista Roberto Cavalli. Aveva 83 anni e da un anno era diven…