L’evoluzione dello stile di Achille Lauro

5 min lettura
Commenti disabilitati su L’evoluzione dello stile di Achille Lauro
0
31
L'evoluzione dello stile di Achille Lauro

Sono trascorsi pochi giorni dalla fine del Festival di Sanremo 2022 ma si respira ancora l’aria sanremese.  Il “Festival dei record ” ha catturato l’attenzione di milioni di spettatori sia perchè ha rappresentato il Festival della rinascita dopo 2 anni dall’inizio del Covid sia per le capacità e le scelte intelligenti effettuate da Amadeus.

Tra i “Big”, l’ attenzione non poteva che ricadere sul protagonista indiscusso del Festival 2021 che quest’anno è tornato sul palco dell’Ariston in vesti di concorrente ma con uno stile completamento diverso da quello optato  negli anni precedenti. Si tratta di Achille Lauro.

Achille Lauro, dagli eccessi allo stile

Achille Lauro era tra i nomi più attesi della 72esima edizione del Festival di Sanremo: nel 2020 stupì l’Ariston con i suoi abiti spettacolari ed istrionici. In quell’anno esplose il suo stile espressivo. In gara con Me ne frego, accanto al producer Boss Doms, segnò l’inizio del sodalizio di stile con Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci.

Nel 2021 tornò da super ospite inscenando performance cariche di messaggi potenti: inclusione, libertà, emancipazione. Fu ospite ogni sera con dei “quadri” fatti di parole, musica e look altamente scenici, ispirati ai generi musicali che inneggiano alla libertà e all’individualità. Tutto sempre in team con Alessandro Michele e con lo styling di Nick Cerioni.

 

Lo stile di Achille Lauro è un elemento fondamentale della sua star-persona: è il tocco finale per raccontare le sue storie, la ciliegina sulla torta dei suoi live, che si arricchiscono di elementi suggestivi che vanno oltre la musica.

Quest’anno l’artista è tornato tra i 25 big in gara e ha portato il suo percorso artistico (e di stile) in una direzione differente, più concettuale e minimal. Ha inaugurato la prima serata a petto nudo e scalzo, inscenando un battesimo di rinascita ed ha proseguito con camicie trasparenti e candidi completi. Ha puntato all’essenziale: il look per la finalissima dimostra che ha raggiunto la maturità artistica. L’artista è entrato in scena con un sofisticato completo rosa ed un bicchiere da cocktail ghiacciato.

 

Completo rosa candy con camicia sbottonata, piedi scalzi e bicchiere di Martini in mano (pieno, a quanto sembra). Achille Lauro ha voluto concludere il suo percorso in grande stile, puntando sull’eleganza sofisticata di Gucci insieme al suo storico stylist Nic Cerioni. Mentre alle sue spalle il coro brilla in abiti neri di paillettes, il cantante entra in scena indossandoo un completo a tre pezzi con rever a lancia in raso color avorio, completato dalla camicia da bianca sbottonata.

Non può mancare il fiore all’occhiello, una strizzata d’occhio ai suoi fan che giocano al Fantasanremo: il dettaglio fa guadagnare punti. Anche il dettaglio del bicchiere non è casuale: durante i primi concerti si esibiva spesso con un bicchiere in mano.

Achille, tatuato, blasfemo, provocatore, irriverente, sexy..nonostante tutto a noi piace!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Angela Lucia Gargiulo
Altri articoli in Sanremo
Commenti chiusi.

Leggi anche

Carnevale, storia ed origini della festa amata dai bambini

La narrazione racconta che i festeggiamenti del Carnevale abbiano avuto il loro natale a R…