Home Alta moda MetGala2018: tra moda e religione

MetGala2018: tra moda e religione

3 min lettura
Commenti disabilitati su MetGala2018: tra moda e religione
2
218
MetGala2018: tra moda e religione

Qualche mese fa, per la prima volta nella storia della moda, una giovane modella musulmana sfilava per le collezioni autunno inverno 2018, indossando il tradizionale velo hijab.

La storia di Halima Aden,  Alberta Ferreti e Yeezy, ha fatto il giro del mondo

MetGala2018

Ed, in qualche modo, la storia di Halima Aden, è diventata l’emblema di una vera e propria tendenza, che mai prima d’ora aveva avvicinato così tanto il fashion system alle tematiche religiose.

La stessa Anna Wintour, nel mese di Novembre, ha annunciato che il tema del Met Gala 2018sarà proprio l’incontro tra moda e religione.

L’evento inaugurerà una mostra intitolata Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination, ospitata come di consueto al Costume Institute di New York.

Con più di 150 creazioni, abiti ecclesiastici presi in prestito dal Vaticano e vestiti forniti da importanti fashion designer come Chanel, Balenciaga e Versace, l’esposizione sottolineerà lo stretto legame che da sempre unisce moda e religione e mostrerà come l’iconografia religiosa abbia influenzato, e continui a influenzare, il fashion system.

A ben guardare le collezioni autunno inverno 2017 2018, non sono pochi i designer che, a loro modo, hanno affrontato l’argomento religioso, rivisitando con ironia le icone sacre o lanciandosi in variazioni poetiche dei simboli divini.

Dolce & Gabbana reinterpretano il disegno del sacro cuore, realizzando ricchissimi ricami barocchi di paillettes e cristalli, ad arricchire gli abiti di pizzo nero o i tailleur perfetti per la domenica mattina.

Jeremy Scott stravolge l’iconografia classica di Gesùcon stampe a tinte psichedeliche, come a rappresentare un’allucinazione celestiale su minidress di satin e pantaloni a zampa di velluto.

Ann Demeulemeester fa sfilate le modelle con ampissimi cappelli immacolati che ricordano il velo delle suore, ma abbinati con trench e lunghi guanti di pelle nera.

Infine, Givenchy, nella collezione omaggio a Riccardo Tisci, ripropone in una versione inedita della stampa con la Madonna tanto cara al designer italiano.

Insomma, i presupposti per una serata davvero unica ci sono tutti, non ci resta che attendere maggio 2018!

Carica altri articoli correlati
  • Il profumo parla di noi!

    Note profumate, patchouli, vaniglia, legni bianchi: sono solo alcune delle sfumature che c…
  • Oggi sposi..in Italia

    Sono tanti gli stranieri che scelgono il nostro Paese per le loro nozze. Una “moda&#…
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Alta moda
Commenti chiusi.

Leggi anche

Il profumo parla di noi!

Note profumate, patchouli, vaniglia, legni bianchi: sono solo alcune delle sfumature che c…