Home Alta moda L’ascesa di Tomo Koizumi

L’ascesa di Tomo Koizumi

3 min lettura
Commenti disabilitati su L’ascesa di Tomo Koizumi
2
53
tomo koizumi finale

Tomo Koizumi, nome  sconosciuto per molti. Ma ancora per poco. Durante la NYFW, ha mostrato al mondo intero il suo talento da costumista. Come ama definirsi, e non designer. Ma la vita, in un epoca social come la nostra, dove quello che fai è alla portata di tutti, può essere d’aiuto per essere scoperto. Soprattutto se hai come fan la regina delle stylist e dell’ editor Katie Grand.

tomo koizumi

Tomo Koizumi, scoperto su Instagram, è arrivato nella Grande Mela con grandi bauli pieni di abiti vaporosi come nuvole. Grazie alla madrina Katie Grand, l’otto febbraio è riuscito a far sfilare nel flagship di Madison Avenue, gentilmente concesso da Marc Jacobs, le modelle più quotate del momento. Da Bella Hadid a Emily Ratajkovski.

Allora la prospettiva cambia. Da costumista semi-sconosciuto diventi un nome su cui puntare, il personaggio da scoprire. Il suo nome non era neanche nel calendario ufficiale di The Council of Fashion Designers of America. Infatti il debutto è stato annunciato il giorno prima attraverso le pagine di WWD. Nel giro di tre settimane, Koizumi è riuscito a mettere su una collezione di 28 pezzi. Alcuni nuovi, altri d’archivio.

Bella Hadid Tomo Koizumi

La prima ad indossare una delle sue creazioni è stata Lady Gaga. Un passo sempre avanti a tutte in fatto di stravaganza. Nel novembre del 2016, sfoggiò un soffice ed impalpabile abito bianco all’aeroporto di Tokyo.

lady gaga tomo

 

Bambole giapponesi

Le sue fonti di ispirazione pare siano state molteplici, da Capucci a LeighBowery fino all’hanawa, una sorta di insegna funebre giapponese con decori floreali in plastica, oltre a citazioni cartoon, in primis a Sailor Moon.

I suoi abiti nuvola sono realizzati con micro balze di organza giapponese, in colori pastello. Simili ad armature, i dress avvolgono il corpo creando montagne di rouches multicolor e forme architettoniche per gonne e maniche giganti.

tomo new york

Ecco come, attraverso un profilo Instagram arrivi nella città di New York City per mostrare a tutti il tuo talento durante una delle settimane più attese dell’anno. Un battesimo ed un’opportunità non da poco.

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Fabrizia Cipolletta
Altri articoli in Alta moda
Commenti chiusi.

Leggi anche

Da Roma a Milano: la collezione AI 19-20 di Aline Oliveira Couture

Per Aline Oliveira, donna brasiliana naturalizzata romana, la moda è sempre stata un sogno…