Home Accessori di tendenza Le it bags dei sogni: Chanel 2.55 e la Birkin di Hèrmes

Le it bags dei sogni: Chanel 2.55 e la Birkin di Hèrmes

7 min lettura
0
1
40

“È quello giusto se lo guardi come se fosse l’ultima Louis Vuitton!”

Beh, insomma, non scherziamo! Ovviamente, trascorriamo più tempo a scegliere minuziosamente quale modello di borsa acquistare, rispetto al tempo che investiamo per scegliere il compagno della nostra vita!

Non si tratta di essere ciniche, assolutamente no. L’amore di una donna nei confronti di una borsa, di quella borsa che ha sempre rappresentato l’oggetto dei desideri per eccellenza, va oltre. E quando riusciamo a farla nostra, ad averla nella collezione di cui fanno già parte le altre sue sorelle per cui abbiamo nutrito gli stessi sentimenti, ci sentiamo soddisfatte e capaci di conquistare il mondo, indossando solo quella che per gli uomini è “una semplice borsa, sostituibile ad altre cento, mille borse.

chanel 2.55 celebrities

In particolare, ci sono delle borse che, nello specifico, sono inserite nella categoria “it bags

Le it bags sono piccoli gioielli di pelletteria, rigorosamente di lusso, che non passeranno mai di moda, che non invecchieranno mai, anche se gli anni trascorrono inesorabilmente.

Della categoria appena citata fa, inevitabilmente, parte la storica, iconica e desiderata dalla stragrande maggioranza delle fashion addicted, Chanel 2.55.

2124673 l

La 2.55 nasce principalmente per una questione di comodità, dal momento che la nostra Coco era stanca di portare a mano la sua borsetta e questo le permise di aggiungere ad una semplice pochette, dei manici. Pensata per una donna dinamica, attiva e moderna, la 2.55 (chiamata così perché lanciata nel Febbraio del 1955), fu realizzata nella sua prima versione in jersey e presentava la classica impuntura a rombi, il famoso matelassé. In seguito, il jersey venne sostituito dalla pelle di agnello, proprio come la conosciamo noi oggi.

DSC06043 copy

chanel 255 reissue classic flap vintage classic quilted rare dark blue denim shoulder bag 0 4 960 960

Non si tratta di una semplice borsa, quanto del risultato di una simbologia da non sottovalutare. In particolare, il matelassé ricorda i giubbotti degli scudieri sulle piste dei cavalli da corsa tanto cari alla nostra mademoiselle. L’interno dall’intenso bordeaux si ispira alle divise dei bambini dell’orfanotrofio in cui Chanel fu costretta a trascorrere la sua infanzia. Mentre le catenelle dei manici della borsa rappresentano l’associazione al portachiavi del guardiano dell’orfanotrofio stesso.

Senza tralasciare il romanticismo, la tasca più piccola sotto l’apertura della borsa, che si chiude con un gancio incastrato tra il famoso logo Chanel, era stato pensato per nascondere le lettere d’amore degli amanti della nostra cara stilista francese. Ah, l’amour!

coco chanel borsa 255 image ini 800x600 downonly crop 1522247529

Chanel 255 Flap Bag Interior Pocket

download 3

d7f50e01 eedb 4a17 9f22 93b195132ff1 1

borsa chanel 255 rosa 1 600x472

0660600 chanel 255 double flap small chain shoulder bag lambskin black 2 600

Annoveriamo, nella lista delle it bags, il lusso della pelletteria: la Birkin di Hermès

Correva l’anno 1983 quando, su volo diretto da Parigi a Londra, il fato segnò la storia. La sensualissima attrice Jane Birkin ebbe un piccolo e fortunato incidente che portò alla creazione di un mito. Il caso volle che la bella e facoltosa Jane occupava, in aereo, il posto accanto a Jean-Louis Dumas, stilista della maison Hèrmes.

Dopo un vivace scambio di opinioni, l’agenda dell’attrice cadde a terra, spargendo ovunque dei fogli. “Nessuna agenda e nessuna borsa è in grado di contenere tutti i miei fogli”. Una semplice frase, lamentela, nonché capriccio da star internazionale fece in modo che Dumas, una volta rientrato sul posto di lavoro, si mise subito all’opera, realizzando la capiente, famosa e stimatissima Birkin.

Birkin Hermès 2

Kelly Bag

Il colore? L’arancione, ovviamente! Lanciata sul mercato, in seguito, anche in altre diverse colorazioni e materiali, tra cui in pelle di coccodrillo. La desiderabilità di questa meraviglia va di pari passo con la sua scarsa accessibilità. Si sa, le cose più amate sono spesso inarrivabili. Non è solo ed esclusivamente una questione di prezzo, quanto anche di una lista di attesa davvero infinita, dato che per la realizzazione di una Birkin i tempi sono molto lunghi, in quanto è necessario attendere la reperibilità dei materiali pregiati con i quali viene assemblata.

Borse Kelly di Hermès

 

 

E care le mie estimatrici del bello, estete e fashion addicted, ricordate sempre una cosa, fissatela bene in mente, tatuatevela sulla fronte se necessario: gli unici uomini da inseguire sono gli scippatori. E non è neanche detto: dipende dalla borsa!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Valentina Domma
Altri articoli in Accessori di tendenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Miuccia Prada: il ritorno del cerchietto per capelli

Le nostre nonne ci avevano avvertito. Le nostre mamme lo hanno ribadito: mai, e dico mai, …