Home Curiosità Home styling Bonus mobili 2020, quando è possibile ottenerlo

Bonus mobili 2020, quando è possibile ottenerlo

5 min lettura
Commenti disabilitati su Bonus mobili 2020, quando è possibile ottenerlo
1
55
Bonus mobili 2020, quando è possibile ottenerlo

Si conferma anche per il 2020 il Bonus mobili ed elettrodomestici

Si tratta sostanzialmente di un’agevolazione fiscale che riguarda l’acquisto degli arredi, dei mobili e degli elettrodomestici.

La casa di proprietà, al giorno d’oggi, è il miglior biglietto da visita della persona che la abita. E’ proprio per questo motivo che la scelta degli arredi non è una questione da sottovalutare. Anche se l’ultra sentita frase “voglio le cose belle spendendo poco” rimane sempre nel pensiero di tutti, quasi nessuno ha più intenzione di buttare il proprio denaro in arredi poco duraturi. Le persone, infatti, sono sempre più indirizzate verso l’acquisto di arredi e mobili di alta gamma. Il Bonus mobili entra in gioco proprio qui.

La concessione di questo tipo di agevolazione avviene solo ed esclusivamente nel caso in cui l’inizio dei lavori di ristrutturazione dell’abitazione è stato effettuato entro il 1 gennaio 2019 e non oltre.

Non tutti però possono accedere al Bonus mobili, ci sono delle regole ben precise da rispettare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Divani: qualità o convenienza?

Bonus mobili 2020, tutto quello che c’è da sapere

Quando è possibile sfruttare il Bonus mobili e quando no? L’agevolazione è prevista solo per coloro che hanno ristrutturando la propria abitazione sfruttando il Bonus ristrutturazione. Cosa significa? Significa che, solo per aver effettuato questo tipo di lavori, hanno diritto a detrarre anche il 50% dei costi previsti per l’arredamento degli interni. Il 50% viene detratto su una spesa massima di 10.000 euro. Non è difficile immaginare che, a fronte di una spesa di 9.000 euro, la somma di denaro che posso detrarre sfruttando il Bonus mobili è un importo pari a 4.500 euro. Il tutto viene suddiviso in 10 comode rate annuali di pari importo, nella quale saranno inclusi anche trasporto e montaggio. Il pagamento potrà poi avvenire mediante bonifico bancario o carta di credito o di debito.

Valutiamo insieme alcuni casi:

CASO 1 – La mia casa è stata ristrutturata qualche anno fa ma ho deciso di rifare completamente la camera da letto. In questo caso non fosso usufruire del Bonus mobili, in quanto la casa non è stata oggetto di ristrutturazione.

CASO 2 – Voglio sostituire solo il frigorifero della cucina. Nemmeno in questo caso posso usufruire del Bonus mobili (anche se include gli elettrodomestici), perché non ho mai citato la volontà o la necessità di ristrutturare la casa.

CASO 3 –  Ho iniziato i lavori ristrutturazione della mia casa a marzo 2019 e ora necessito di tutto l’arredo nuovo. Nemmeno in questo caso posso usufruire del bonus, in quanto i lavori di ristrutturazione sono iniziati dopo il 1 gennaio 2019.

CASO 4 – Ho iniziato i lavori ristrutturazione della mia casa a settembre 2018 e ora necessito di tutto l’arredo nuovo. In questo caso posso usufruire del bonus, in quanto i lavori di ristrutturazione sono iniziati prima del 1 gennaio 2019.

Riassumendo, il Bonus mobili ed elettrodomestici 2020 si può ottenere solo previa ristrutturazione. Negli alti casi invece non è previsto.

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Jessica Zanettin
Altri articoli in Home styling
Commenti chiusi.

Leggi anche

Divani: qualità o convenienza?

Durante i lavori di arredamento di una casa i divani rappresentano una delle scelte più di…